Infantino tende la mano: "No alla guerra, sì al dialogo con tutti"

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

sostegno alla Uefa

"Sono il presidente della Fifa - ha detto Infantino - e la mia responsabilità è difendere tutto il calcio ovunque. Ciò include club, leghe e federazioni di

tutto il mondo, siano esse piccole, medie o grandi, con diversi livelli di sviluppo. Comprende anche i giocatori, gli allenatori, gli arbitri e tutte le parti coinvolte, tenendo sempre presente i tifosi che sono e dovrebbero essere al centro di tutto ciò che facciamo. Sosteniamo la Uefa nel suo rifiuto della Superlega. Siamo contrari e ci opporremo sempre a qualsiasi competizione che non faccia parte della struttura internazionale del calcio e che minacci l'unità e la solidarietà che dovrebbero sempre esistere nella piramide del calcio, che lega il calcio di base e quello amatoriale con i protagonisti di questo sport. Detto questo, è anche mio obbligo mediare tra le parti in modo che inizi un dialogo profondo e costruttivo alla ricerca di soluzioni positive. Dovete affrontare insieme i problemi del calcio".

Content Original Link:

https://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/07-05-2021/infantino-no-superlega-si-dialogo-un-calcio-migliore-410821179090.shtml

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna